domenica 13 ottobre 2013

Saggezza...



Ringrazio immensamente  PV, Pietro Vanessi,  per la vignetta

20 commenti:

  1. Buoni giorni a chiunque cammini tra queste pagine :)

    RispondiElimina
  2. Anche a te Francesca!
    proviamoci in qualsiasi modo ... si va - si va - si va ! :)

    Simo Ray

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non provarci sarebbe un delitto, Simo :)

      Elimina
  3. Molto veri gli insegnamenti di queste vignette! E, in ogni caso, l'importante è andare avanti, sempre!
    Un abbraccio e buon cammino!

    RispondiElimina
  4. ..e se si gira in tondo , vale lo stesso la vignetta?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. soprattutto se si gira intorno, ehehehehhe!!! :)))

      Elimina
  5. Poi vi rispondo, per ora i pensieri in testa non so perché ma friggono, son sono utilizzabili... sarà la febbre alta, saranno i pensieri... boh?
    Comunque torno eh? :) Io torno sempre ( sul luogo del delitto??? :))) )

    RispondiElimina
  6. Ossignur...ancora la febbre alta? Che succede, Perlina? Sto cominciando a preoccuparmi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Kathe mi ha beccato una tosse che mi sta massacrando, e non riesco a farla andar via nonostante abbia dimezzato le sigarette, preso il fluimicil o come si chiama, mangiato limone e mile, bevuto latte e limone, ... insomma di tutto, di più!!!! ... poi mettici anche il raffreddore... ma non potevo esimermi, qui un gg ci son 40 gradi, il secondo gg che ne stanno 18 con venti gelidi....

      Elimina
  7. nei passi, sempre nuove scoperte :)

    buon we Francesca...ti abbraccio :)

    lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un abbraccio affettuosissimo anche a te!!! :)

      Elimina
  8. Perlina... non scordare.. per il corpo in salute ci vuole ora la maglietta di lana ..
    per i pensieri in testa che friggono cosa ci vuole ?magari il mio vento impetuoso di maestrale o un lago come da Kathe- ahi che bella quella sua panchina di copertina ancora vuota .
    che nostalgia mi fanno le panchine vuote -da prendere la rincorsa da lontano per acciuffarle- e poi seduta ecco tu afferri i pensieri e li rimpasti con delicatezza latte lievito e vaniglia ..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vorrei avere di me stessa la stessa visione che ne hai tu :)
      ehmmmm nn ti dico che differenza c'è tra le due visioni!!
      La maglietta di lana??? ma se ci son 40 gradi (tipo ieri) e 19 (tipo avantieri!)... se continua così nn guarirò mai!! :))
      (chiamerò una segretaria che mi posti i post :)))))) )

      Elimina
  9. ...allora adesso provo a scalpellare il basamento di cemento che mi adorna i piedi....che è così pesante che non posso neppure saltellare...
    :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. uhmmmmm io credo che ci siano basamaneti che sembrano di cemento... ma se li osservi bene , sono di cartongesso :))) (molto cartone e poco gesso....... ) :)
      Un abbraccio Andrea

      Elimina
  10. Ho camminato da solo, spesso troppo spesso tanto da chiedermi se non fossi io a schivare la compagnia; adesso pare che stia solo camminando. Invece corro a capofitto ma non conosco la linea di arrivo... o non voglio conoscerla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... forse perché la linea d'arrivo è mutevole? E' indipendente dalla nostra esigenza di sicurezze?

      Elimina
  11. Molto vero. Grazie per la tua proposta.
    Un sorriso per il fine settimana.
    ^__^

    RispondiElimina

Per chi commenta in anonimo: lasciare Nome e Nick o URL