domenica 28 settembre 2014

Momenti

Portami il tramonto in una tazza
conta le anfore del mattino
le gocce di rugiada.
Dimmi fin dove arriva il mattino
quando dorme colui che tesse
d'azzurro gli spazi.
Scrivimi quante sono le note
nell'estasi del nuovo pettirosso
tra i rami stupefatti
quanti passetti
fa la tartaruga
Quante coppe di rugiada beve
l'ape viziosa.
E. Dickinson


C’è un momento preciso, nella vita di tutti (o quasi, voglio sperare) noi, che arriva di soppiatto e non ti lascia il tempo per riflettere o per agire: è quel momento in cui ti rendi conto  che la persona con cui stai parlando è la persona che cercavi. E non ti chiedi né come sia capitato, né quel che potrai fare; non te lo chiedi perché la tua vita ti sembra così completa  che cerchi di protrarre il più possibile quel momento di assoluta beatitudine.

Capisci che quelle che stai ascoltando sono parole che nessuno mai ha pronunciato per te, nessuno mai in quel modo. E non importa l’argomento, potrebbe anche parlare della pesca dei merluzzi in Lapponia, quelle parole diventano musica  e musica fanno di te.

12 commenti:

  1. Risposte
    1. Ma è un momento che vale una vita.... :)

      Elimina
  2. Che bella sensazione!
    Chi ha vissuto momenti così può comprendere perfettamente quello che hai scritto.
    Peccato che spesso le beatitudini si trasformano in altro...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pensa, Cecilia, a quelli che un momento così non lo hanno mai vissuto... :)

      Elimina
  3. e poi si scoprì che la Emily raccontava a se stessa quelle parole, ma a molti di noi è più facile che accada mentre si pescano sardine nell'Adriatico, quella si volta e improvvisamente non capisci più niente, anche se LEI non lo saprà mai... KREBEN

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cinico Ben? :) No, non credo.
      Il fatto che Lei lo sappia a meno non è essenziale, perché la sensazione è Tua. E' questo il bello di questo tipo di sensazioni :) (che poi non ci credo che l'altro/a non colga qualcosa, non sempre si può ricambiare ma qualcosa l'altro/a lo coglie eccome, almeno secondo me :) )

      Elimina
    2. troppo reumatico per essere cinico, troppo timido per rischiare un NO, anche educato :)

      Elimina
    3. I no vanno rischiati.. almeno in teoria :) arriva una età che pesano e quindi non si rischia- di fatto -più :)

      Elimina
  4. E' il famoso momento che bisogna assolutamente cogliere ed assaporare fino in fondo, non importa se durerà a lungo oppure no, perchè è un momento che non si dimenticherà mai.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Kathe, non importa se quelle parole durano una vita o un'ora, è un momento che non si dimentica :)

      Elimina
  5. Però se una donna mi parlasse di pesca del merluzzo in Lapponia a me verrebbe la pelle d'oca. :) Al3ph

    RispondiElimina
  6. ...anche la pelle di foca andava bene :)))) essendo l'argomento la Lapponia :)))

    RispondiElimina

Per chi commenta in anonimo: lasciare Nome e Nick o URL