lunedì 27 ottobre 2014

Certezze

Sono andata a  dormire  con la certezza che il nuovo giorno mi avrebbe portato serenità e poi, chissà, nuove occasioni di felicità. Quando mi sono alzata, pioveva.


13 commenti:

  1. eppure, se guardi bene (e senza la mia solita, dicono, ironia), quelle foglie nuotano felici giocando con i cerchi così armoiosi sull'acqua. Son le piccole (e quasi) invisibili cose che ravvivano l'animo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io, ehmmmm .... ambivo ad altre piccole preziosità :) Ma hai ragione tu, meglio lasciar perdere quelle irragiungibili e godersi queste :))))

      Elimina
  2. i vecchi son sempre in attesa che i (meglio le) giovani li stupiscano. Loro han già dato :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I giovani a volte son più vecchi di chi conta gli anni all'incontrario, saggio Ben :)

      Elimina
  3. Ciao ci penso spesso anche io quando vado a dormire, al nuovo giorno che verrà ... ma poi credo che se non lasciamo lo spazio giusto.... le cose che ci fanno bene non arrivano perchè non trovano spazio .... spazio che è già occupato dalle ns aspettative....
    Complimenti per il tuo blog .. Anna =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti!! Il senso del mio scritto sta proprio qui :) Non aspettarsi niente permette di intraprendere una nuova giornata con sempre nuova positività poiché la mancanza di aspettative fa sì che tutto sembri un regalo della vita :)
      Grazie :)

      Elimina
  4. Io sto cominciando ad essere stanca, tanto stanca...Battaglie,battaglie,sempre...Appena si comincia a sorridere ecco che arriva un'altra batosta... Perché è così difficile questa vita?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provo anche io queste sensazioni, Kathe :)... ogni giorno di più, ma poi, ogni giorno provo a ricominciare da zero :) Faticoso? Molto... e non sempre mi riesce :)
      Un abbraccio :*

      Elimina
  5. la pioggia mattutina (in senso lato) è abilissima a stemperare buoni propositi e possibili tolleranze; la sera, "a battaglia finita" , tutte le nostre buone convinzioni sembrano essere impermeabili, al risveglio ci si accorge che qualcosa si infiltrato e sta ampiamente percolando. E non c'è "guaina" che tiene. io pure ci soffro tanto, e non ho problemi ad ammetterlo. Un abbraccio dal perennemente "fradicio" Simo Ray :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un Raymond perennemente fradicio di speranza e di voglia di bellezza è una immagine stupenda :)
      Noi siamo fatti della stessa materia dei sogni, Simo, e nei sogni c'è sempre la speranza di un mondo migliore. Fa niente se poi, al risveglio, troviamo la nebbia che ci impedisce la visione.... soffiamo su nebbia ed aspettative ... et voilà :) siamo pronti a ricominciare... :)
      Un abbraccio immenso :*

      Elimina
  6. ...l'acqua purifica e rigenera... certo quest'anno ne ha fatta un po' troppa... ma vuol dire che siamo tutti belli purificati...e tu pronta per nuove armoniose avventure...

    un abbraccio Fra'...

    m.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io son pronta per tuffarmi, ancora una volta (ed a piedi uniti) nella pozzanghera della vita :)
      Un grandissimo abbraccio, accompagnato da due baci, splendida Monimo' :)

      Elimina
  7. Spero che la Anna che ha lasciato il commento sopra ripassi :) Non solo perché le volevo dare il benvenuto su questo Blog (mi scuso per averlo dimenticato sopra) , ma anche per sapere come posso leggerla :)... Ho girato un po', ho trovato una Anna ma non eri tu :)

    RispondiElimina

Per chi commenta in anonimo: lasciare Nome e Nick o URL