mercoledì 11 aprile 2018

Dietro al sole



Per favore, guardati da quelli che ti fissano
sorridono soltanto per vederti
perdere tempo
E una volta che avrai visto ciò che sono stati
non varrà la pena vincere la terra,
la tua notte o il tuo giorno.

(Ma) chi ascolterà ciò che dico?
Guardati intorno e noterai che il terreno
non è poi così lontano da dove ti trovi tu.
Ma non essere troppo saggio,
perché nel profondo loro non crescono mai
sono sempre stanchi e quella bellezza
è solo presa in prestito,
non sorprenderti mai.

Non avere fretta e starai bene
e recita una preghiera per coloro
che vivono con niente.
E se capisci davvero cosa vuol dire,
non sprecare parole e non dire
che è già successo prima.

Non essere timido, impara a volare
E vedi il sole quando il giorno e finito.
Se solo riuscissi
a vederti sotto quella stella,
che si era fermata (qui) in un giorno di pioggia
in autunno, senza chiedere nulla.
Si, cerca di essere quello che sei.

Per favore, guardati da quelli che ti fissano
sorridono soltanto per vederti
perdere tempo
E una volta che avrai visto ciò che sono stati
non varrà la pena vincere la terra,
la tua notte o il tuo giorno.
(Ma) chi ascolterà ciò che dico?
(Ma) chi ascolterà ciò che dico?

Apri di più la coppa spezzata
fai entrare liberamente il sole e il peccato.
Sì è oggi (che lo devi fare)
Libera gli inni che nascondi (in te)
Troverai riconoscimento mentre gli altri si urtano /
per le cose che dici.
Ma ciò che devi dire dillo
Sui contadini e sulla gioia
E sulle cose (che stanno) dietro il sole
E sulla gente (che sta) intorno ai tuoi pensieri
(e) che dice: tutto è stato detto
E il movimento della tua mente
ti manda fuori, sotto la pioggia.




16 commenti:

  1. Saputelli sulla cattedra, arroganti e superficiali, elargitori di una bellezza effimera, "presa in prestito", gente che non ascolta e non ascolterà mai. È vero, tempo sprecato cercare un dialogo, e bisogna anche guardarsi bene dal diventare come ciò che non ci piace.
    Essere sinceri -senza troppa fretta o saggezza- porta sempre rispetto, che gli altri rispettino o meno.
    Grazie Francesca, anche per le note musicali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lettura molto interessante, la tua, di questa bellissima e malinconca poesia di Drake.
      Posso sbagliarmi, ma mi viene da pensare che tu l'abbia collegata a qualcosa di attuale.
      Pensieri di una vecchia barbagianni i miei, lo so :)

      Elimina
    2. Dimenticavo ... Grazie a te per apprezzare la musica che propongo.

      Elimina
  2. quanto nero c'è nel tuo scrivere,
    fai entrare liberamente il sole e il peccato.
    spiegami perché devo oscurare il sole col peccato con l'ombra dell'anima?
    La vita deve essere trascorsa nella limpidezza della luce non nel rimorso nel cuore provocato dal peccato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Magari fosse il mio scrivere!
      Io scrivo cose terra terra e anche sgrammaticate, mentre questa è delicatissima e alta poesia, sotto forma di canzone, di quel grande Genio che era Nick Drake.
      Ah, alle tue domande avrebbe potuto rispondere lui, se non fosse morto più di 40 anni fa.
      Benvenuto tra le mie note :)

      Elimina
  3. UN SALUTO e, come ben sai, siete a un livello troppo alto per me, però da VILE MECCANICO vi invidio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Senti vil meccanico, hai poco da invidiare tu!
      Per non contare l'altezza! :) io sono alta un metro e una noce, tu? :))))

      Elimina
    2. ero quasi 1 e 80, l' ultimo medico dice 1 e 74..., io mi riferivo al cervello funzionante e con te non c'è possibilità di competizione. Quanto all' altezza si pone rimedio facile, basta distendersi (se poi l' artrosi e le ginocchia non ti aiutano nel rialzo, pazienza...). A proposito, ti ringrazio la tua cura è servita e adesso quel che scrivo non va in diretta e non spiegarmelo, tanto non capirei... SALUTI!

      Elimina
    3. Ben, sei unico :)
      Ma sei anche un grande adulatore (oppure vedi distorto: se pensi che con me non ci sia competizione, vuol dire che devi andare urgenteente dall'oculista :)))) )

      Elimina
    4. nel senso che NON posso competere, sono PERDENTE... e mi VA BENE...

      Elimina
  4. "Non essere timido, impara a volare
    E vedi il sole quando il giorno e finito.
    Se solo riuscissi
    a vederti sotto quella stella,
    che si era fermata (qui) in un giorno di pioggia
    in autunno, senza chiedere nulla.
    Si, cerca di essere quello che sei."

    Un grande saggio Nick Drake, alta poesia e musicalità.
    Tutti dovremmo imparare a volare senza farci fermare dalla timidezza e dalla paura di non essere apprezzati e amati per quello che siamo.

    Un abbraccio e buona domenica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanta è vera la tua frase di chiusura, e quanto è disattesa dagli uomini! Siamo aimali sociali e, purtroppo, il branco ha spesso molta infuenza sulla nostra psiche :)
      Ricambio l'abbraccio, con molto affetto :)

      Elimina
  5. La grandezza della poesia sta nel condensare. Così che appare lieve ciò che ha un peso enorme.

    Un abbraccio grande!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sintesi perfetta, Cincia :) Di meglio non avrei potuto scrivere.
      Abbraccio ricambiatissimo :)

      Elimina
  6. Un testo che fa riflettere... bella canzone, non la conoscevo.

    RispondiElimina
  7. Buondì ...aspettando i dolci di Santa Lucia! :)

    RispondiElimina

Per chi commenta in anonimo: lasciare Nome e Nick o URL